mercoledì 25 marzo 2015

PRESENTAZIONE "ERA DEL SOLE"- AUTRICE ELISA ERRIU



1) Buooongiorno stelle, stelline e astri! * * *
In questi giorni vi presenterò il mio romanzo "Era del Sole".
Sono emozionata :P da dove incomincio?
E' il primo della saga di Era, è il primo che pubblico (dopo tutta una storia e una "gestazione" luuuuunghiiiissima) e tocca, spudoratamente, unicamente, temi tra cui: fantasy, mitologia soprattutto giapponese e vita...VERA. Sembra una "ricetta" alquanto complessa, ma non preoccupatevi, il risultato è tutto da...gustare :D
Per il momento vi lascio così, con la curiosità, alcuni link, la copertina del romanzo e la trama!

https://www.facebook.com/eradelsole
http://www.eradelsole.com/
http://www.amazon.it/ERA-del-Sole-Elisa-Erriu-ebook/dp/B00L78UQ8A/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&sr=8-1&qid=1427361534





"L’antica disputa tra Bene e Male è un gioco in cui gli uomini non comandano. Fin dall’alba dei tempi, i Kami, divinità con sembianze demoniache, e gli Yokai, esseri mutaforma creati dall’unione di due anime, sono stati celatamente i veri padroni del destino. Perché il destino di tutti è legato al mistero dell’Era, e Ariom, la Signora dei Kami, custodisce tale mistero.
Questo segreto marchierà, come dono o maledizione, la vita della giovane Daila, obbligata a lottare non solo per lei e a combattere contro un rivale temuto come l’Amore. Il Rokalipse si avvicina e lei dovrà fare delle scelte. Scelte che potrebbero cambiare il mondo intero.
E nel confine silenzioso tra realtà o fantasia, l’Autrice non sa che col mondo da lei plasmato si sta per creare un legame indissolubile"



2) "Un viaggio di mille miglia inizia sempre con un piccolo passo".
E dopo aver disturbato Lao Tzu (non a caso!), facciamo il primo, piccolo passo verso la storia di ERA del Sole.
* I PERSONAGGI PRINCIPALI *






-Daila: E' la protagonista e, da metà libro in poi, la voce narrante del libro. E' una guerriera, nata da guerrieri e con il caratteraccio del più guerriero fra i guerrieri. La sua arma, una spada, l'ha persino chiamata "Makadel", ovvero "sorella". E' cresciuta a pane, libri, studi e allenamenti, in un mondo dove non si vedono spesso donne caparbie che sfidano a duello aitanti uomini con mazze chiodate, perciò ha dovuto, meglio, voluto, rimboccarsi le mani e dimostrare cosa veramente nasconde quel suo bel corpicino che dovrebbe avere sedici anni, ma per un "motivo ben preciso" ne dimostra molti di più.
Piccolo estratto del libro:
"Il volto era delicato e spietato, pareva che da un momento all'altro potesse mutare o sparire come un sogno; i lineamenti eleganti, puri, le guance rosa e la pelle come se brillasse, le labbra rosse e dolci. Se non fosse stato per il naso, che si ergeva come una spada, e l'espressione che assumeva il suo viso, con gli zigomi tesi, pronti ad affilare lo sguardo, avrebbe avuto uno splendido volto tenero da cerbiatta. Ma il suo volto era il volto di una lupa."







-Lloykan: E' il protagonista maschile del libro, pronto a seguire Daila nella sua missione.
Lloykan, "Luna crescente", è l'affascinante principe degli Evalar, oscurato da una maledizione. Ma non fatevi trarre in inganno...è freddo e tagliente più della sua spada arcuata come la luna di cui porta il nome...
Lui dice che non si può sapere tutto, ma, "chissà perché", ha sempre la risposta pronta per qualsiasi cosa. Cosa però si nasconda dietro i suoi occhi color del miele o del fuoco, forse non si saprà mai..........
Finché non lo smaschero nel secondo romanzo, dove sarà lui il protagonista :P
Piccolo estratto del libro:
"La realtà era che non potevo scegliere di rinunciare. Lui andava avanti. E tirava, tirava, tirava. Anche se ero con la stessa persona che mi aveva appena detto che ero la donna del suo sogno, la realtà era che lui faceva male. Era vero, certo, era lì che mi stringeva la mano. Alla fine del mio braccio, tra le mie dita c'erano le sue, intrecciate, o meglio, incastrate come in una morsa. E faceva male sapere che un sogno tirasse così forte."








-Timàxos: E' il protagonista maschile del libro, "l'altro", che se lo definisco così, sento già risuonare le minacce che mi rifilerà per questo appellativo. Lui non è "l'altro", è il "solo e unico". E' forte, spensierato, sicuro di sé, sprizza testosterone da far infatuare chiunque. L'unico difetto e pena che ha nel cuore? Non ha mai dichiarato il suo amore... In questo meraviglioso trio vi è un "Equilibrio" non lasciato dal caso o dalla voglia di mettere il triangolo amoroso che va tanto adesso...c'è molto di più...come molte, svarianti e sfaccettate sono le personalità dei personaggi di ERA.
Piccolo estratto del libro:
"«Shh..», lo interruppi. Stavo lì, ferma, senza un motivo e con nessuna intenzione di andarmene. Silenziosamente, rimanemmo così, le nostre ombre allungate dal poco sole che entrava, si congiunsero, abbracciandosi, fondendosi. Rimasi al suo fianco per tutto il tempo necessario, chiudeva gli occhi, come dibattendosi sulla veglia o il sogno, non disse più nulla, i suoi respiri erano lenti e distanti l'uno dall'altro. Questo era dovuto al fatto che non poteva morire. Questo pareva porre il dilemma se fosse lecito o meno vivere in quel modo.
Era ancora Timàxos? I suoi occhi blu, con quelle piccole luci come striature di colore rosso, iniziarono a piangere.
Lui non era Timàxos. Non era tantomeno Amür. Dietro quelle lacrime si nascondeva molto di più."



3) Facciamo ancora un altro passo, vi presenterò alcuni dei personaggi secondari, messi un po' in ombra ma che brillano in realtà ugualmente come gli altri
* I PERSONAGGI SECONDARI *







- Amür: Mh...E' la prova che di secondario qui non c'è nessuno. E sono quasi sicura che vi state domandando come mai abbia lo stesso aspetto (tranne alcuni dettagli) di Timàxos. Dovete sapere che la caratteristica dei protagonisti della mia storia è che...non sono soli dentro i loro "corpi". Amür è il lato "oscuro" di Timàxos, anzi, Amür è il Male in persona. Sin dall'alba dei tempi è stato così, finché proprio Timàxos non è stato colui che l'ha imprigionato dentro sé stesso.
Luci e Ombre, Bene e Male, sono nascosti dentro di noi, ma quale dei nostri volti sia veramente quello che crediamo "malvagio", è tutto da scoprire...
Piccolo estratto del libro:
"Era uno Spirito, non aveva legami mortali, era soltanto una nuvola di fumo. Quello che Lloykan uccise era il corpo di cui Amür si era servito per compiere i suoi piani diabolici in quegli anni. Presto Amür sarebbe tornato.
«Per Ariom!», tuonò Timàxos.
Durò un attimo. Timàxos afferrò tra le sue zampe divenute gigantesche il corpo di Amür. E compì un evento che nei secoli non venne mai accolto o proposto o soltanto pensato: prese il corpo esanime del Maligno e lo inghiottì intero. Subito fece fondere il proprio Spirito con quello di Amür."








-Hilven: Quel faccino dolcino lì, pensate un po', è il re degli Elfi di Ärlakes. E' l'amico fidato di Daren e durante la storia si potrà apprezzare il fatto che hanno in comune oltre a un ferreo legame di amicizia, anche un legame di sangue. Nel viaggio di Daila, lo "zietto" Hilven, rivestirà un ruolo decisamente importante, lui infatti è il solo che potrà darle il potere di Vàot.
Piccolo estratto del libro:
"Sforzai di concentrarmi sulle parole di mio zio. La vendetta era una dea crudele e potevano esserci altre soluzioni. Con grande sforzo, dovevo capire quali potessero essere. Se nel caso ce ne fossero.
«Forse questa storia potrà aiutarti a capire la strada, nipote. Forse l'amore di tuo padre verso tua madre non avrà portato di buono soltanto te stessa. Forse anche il tuo amore potrà aiutarti».
Mio zio era molto saggio, sotto quel sorriso."




-Daren: vi presento il personaggio più "storico" di tutto il romanzo, sia perché è quello che non è mai cambiato nelle varie stesure e sia perché e quello con cui ho una vera storia affettiva...vabbé con tutti ce l'ho, ma lui è l'unico inventato: il papà di Daila. Ed è pure Brad Pitt Emoticon heart che altro aggiungere?
Piccolo estratto del libro:
"La luce intensa e le grida di gioia del pubblico, l'abbagliarono. Lei e gli altri partecipanti vennero fatti sfilare in corteo di fronte alla tribuna d'onore, lì dove sedeva Daren.
Quest'ultimo, appena vide la figlia in mezzo al gruppo, si alzò in piedi. Il corteo si fermò, in attesa dell'Eroe che sembrava volesse dire qualcosa. Un silenzio soppesato dagli sguardi di guerriero e guerriera, di padre e figlia, scese dentro l'arena.
Solo quando Daila strinse l'elsa della sua spada, Daren strinse anche lui i pugni. Ma non disse nulla.
Si sedette sul suo trono, da solo. Poteva però ancora fare qualcosa, avrebbe fatto ancora qualcosa, sua figlia era lì, davanti a lui.
Fece gesto al corteo di procedere."


4) Avete fatto mai dei sogni così belli da volerli vedere realizzare, stelle care? **
Se sì, allora stavolta vi porto "personalmente" al di là del libro ERA del Sole, dopo la copertina e più verso il centro:
* TEMA DEL MONDO REALE/FANTASY *


Uno dei temi presenti nel mio libro è il confronto tra mondo reale, quello proprio nostro, quello tangibile e che potete vedere al di là del proprio naso, e quello "fantasy", comunemente conosciuto a noi come "leggende, miti e quisquaglie varie".
Ma come avviene questo confronto, nello specifico nel libro?
Esattamente come un...confronto! Prima di tutto nel libro ci sono due stili narrativi, due vere e proprie sezioni tra i capitoli, dove l'inizio tratta del mondo reale e poi, durante la narrazione, è stato creato uno spazio e la stellina * che annuncia l'entrata nel mondo "fantasy".


Cos'è 'sto fantasy? Sono elfi, draghi e principi azzurri? Anche... ma nello specifico del libro sono tutti gli elementi del "fantasy" del nostro mondo "reale". Ho preso e inserito tutti i miti, le leggende, le creature, le figure leggendarie e non solo che troviamo nelle culture del nostro mondo, culture che credono che questo non sia solo "fantasy", i protagonisti del mio romanzo sono i KAMI, sono le divinità della religione giapponese, badate bene a dire che sono "invenzioni" che quelli fanno sushi di noi, insomma, un fantasy della realtà! Paradossale, lo so!
All'inizio molti mi hanno detto che si avverte un senso di "stordimento" per il passaggio tra i due mondi....ci credo bene, state "viaggiando" per due! Poi iniziate ad assestarvi, fate i passi catapultati voi stessi nella storia, sentite tutto, anche le emozioni, anche le botte. E' un po' come se prima foste miopi e ora aveste preso degli occhiali nuovi...tutto diventa più chiaro e nitido!
Vi sentite così bene e succede tutto così in fretta che alla fine verrà da sé la domanda: ma qual è la realtà?


Perché è questo il tema cruciale: da bambina ho avuto delle esperienze che mi hanno portato a stretto contatto con le domande "Qual è la realtà? Chi siamo noi? Dove finiamo una volta morti?". Esperienze che non si ha mai molto piacere di raccontare, è più facile e anche utile scrivere delle storie su di esse, per aiutare ad affrontare quello che noi chiamiamo in realtà ma probabilmente è solo una parte di essa. Sono fortemente convinta che se dovessi chiedervi cosa pensate sulla realtà, ognuno di voi mi darà una risposta diversa. "La realtà è ciò che sentiamo", e chi è sordo, cieco e muto allora? Lo sapete che neppure voi vedete veramente la "realtà"? Gli studi sulla vista umana, ad esempio, hanno dimostrato che la nostra vista è al contrario e che i colori che vediamo, non sono quelli che esistono in natura.Questo potrebbe dire che noi abbiamo sempre visto le rose rosse e in realtà sono tutto tranne che rosse.

"La realtà è il mondo attuale, sono i tuoi sentimenti e ciò che fai", e quelli che sono vissuti prima? Non vivevano anche loro una realtà diversa? Molti anni prima di noi, si credevano un'infinità di cose, che il mondo fosse piatto, che il mare fosse infinito, che dopo le colonne d'Ercole ci fosse il Nulla, che i draghi esistessero e fossero i dinosauri (e in realtà esistono ancora.......)
"La realtà è la tua vita". E la morte? La morte non è forse "reale"? Eppure è la privazione stessa della vita.
Sembrano discorsoni che dopo aver bevuto il caffé, ti lasciano un po' l'amaro in bocca...pertanto io ve l'ho accennato soltanto cos'è la realtà e la fantasia....Qui e nel libro Emoticon smile la risposta datemela voi Emoticon tongue
Piccolo estratto del libro:
"Tu sei qui, ora, in base all'esperienza elementare dei cinque sensi questo vuol dire che anche questo è reale, puoi negarlo? Capisco che vuoi andartene, capisco che è meglio stare seduta su una poltrona piuttosto che farsi il culo, ma la realtà è questo, sangue e calci in culo. La realtà, forse, è che ancor prima che questo mondo vivesse in te, tu vivevi in questo mondo. Non era un "sogno". I sogni siamo noi. Sono alle volte ciò che è più reale di noi stessi. Sono le nostre speranze, le nostre scelte, il nostro spirito. Sono le nostre uniche armi per combattere un destino che non ci appartiene. Forse tu hai sognato per tutta la tua vita e ti sei svegliata solo adesso. Alle volte dentro i cassetti ci siamo noi, mentre i sogni sono fuori." 5) Ma tra la cultura greca, latina, i fighissimi miti norreni, perché sono andata a dare rilievo assoluto proprio al GIAPPONE?!
Ma veramente ci sono...tutte :P a volte saltano fuori persino leggende che non sapevo di aver messo!
Per il Giappone che ricopre un ruolo importante, con la presenza di personaggi tipicamente giapponesi.... E' retorico dirvi che amo il Giappone, perciò vi dirò di più: amo la cultura giapponese, amo il cibo giapponese, amo la lingua giapponese, amo l'arte giapponese, la loro musica, la loro spiritualità percettibile anche da come si salutano...in casa mia c'è anche il cane giapponese!
Per il Giappone nutro un amore sincero, puro, profondo come il posto dove dicono che si nascondi l'anima.
E pensate che non ci sono ancora stata.................più o meno :P
* GIAPPONE/SOMNO'RA *



Cos'è Somnòra? E' la terra "dei Sogni", dove nel mio libro sono presenti le creature "fantasy". E' in poche parole il luogo/nascondiglio/rifugio in cui abitano esclusivamente alcuni esseri "diversi" rispetto agli abitanti di Nepram, che (come potete vedere anche dalla mappa) è il continente situato proprio davanti a Somnòra.
A Nepram, lande sconfinate e foreste immense, luogo di montagne e grandi laghi freddi come l'acciaio, dominio dell'uomo e delle creature selvagge, vive Daila. E' nata in una città importante per la sua posizione portuale e per essere la seda degli Eroi, sto parlando della città di Estia.
Estia ricorda un po' i piccoli centri abitati della mia terra, la Sardegna...Non potete immaginare quanto mi manchi il profumo della mia terra, l'aria portata dal mare e dal cielo terso, le case splendenti al sole, quel chiacchiericcio tra le persone....ma, riguardo a quest'ultimo dettaglio, è perfettamente paragonabile a qualsiasi piccola città :P
Somnòra è l'opposto. E' Silenziosa.
Niente chiacchiericci, niente persone. C'è solo l'imponente, tonante rumore del silenzio degli alberi e del vento.
Non sono una tipa che vive tra le nuvole, ma il mio cuore spesso prende baracca e burattini e se na va a zonzo, gli basta poco, un'immagine presa da Internet, qualche ricordo, un minuto d'immaginazione e vi potrebbe descrivere perfettamente anche cose che io (o meglio, i miei occhi) non abbiamo mai visto. Quindi lui sa cosa si dicono le montagne dell'Hokkaido e l'ha riportato nel mio libro, dando vita alla foresta di Ellebnis, agli elfi (che se leggete, sono "casualmente" solo delle persone con gli occhi a mandorla.........), ai centauri, ai Kami e gli Yōkai.
Ho creato "fantasy"? Oppure ho il "cuore matto"?
Se pensate a due mondi distanti, opposti, separati da un grande mare, due mondi che sono già entrati in contatto...ma che nelle vicende narrate nel libro sono ritornati a stare distanti, se guardate con attenzione e scoprite che la mappa del mio libro è uguale, identica, alla mappa del nostro mondo, la riproduzione esatta della parte alta del Giappone (Hokkaido) e la parte più orientale dell'Asia/Russia...se sempre con molta attenzione, raffrontate questi due mondi "reali", raffrontate le loro culture, le loro lingue, i loro percorsi storici e non solo, sapete rispondervi da soli se è "fantasy" o no?....

 
6)Per il post di adesso, pensavo a non parlarvi io.
Vi parleranno alcuni miei disegni, tratti dal libro e da qualche parte di me:



"Ad Astra"

http://www.eradelsole.com/#!essenza-di-era/zoom/c1wp/i41dav



"Aktis"

https://www.facebook.com/AdAstraArt/photos/pb.469734816404838.-2207520000.1426268913./469759629735690/?type=3&theater



"Navarre"

http://www.eradelsole.com/#!essenza-di-era/zoom/c1wp/i0106o


7) Mie/i carissime/i stelle/astri del cielo, ora ci addentreremo proprio "in ogni dove" del libro ERA del Sole. Pronti al salto?

* LE CREATURE: I KAMI *


I Kami sono i protagonisti della storia e sono le divinità della religione giapponese. Sono molto simili alle divinità greche, con le loro debolezze e virtù, ma il tutto elevato all'infinito, che possono portare sulle spalle dato che sono immortali, e con poteri sovrannaturali.
Semplicissimo..
Nel mio libro i Kami si suddividono in una piramide gerarchica, ovvero ci sono i più "potenti" e i "meno" potenti, esattamente come in un qualsiasi pantheon teologico....però a me piace definirla di più come "una famiglia organizzata".


Al vertice della piramide ci sono i..
- NOKRA: deriva dal greco "Arkon" (è il contrario) che significa "potere".
I Nokra sono i tre più potenti Dei, i Kami in assoluto più antichi e più casinari. Ognuno di loro ha un potere specifico, ma tutti e tre hanno la capacità di usufruire (usufruire, non dominare) dei poteri della Natura.
I miei disegni sotto vi presentano tutti e tre i Nokra


-Timàxos, il Nokra Imbattuto

Piccolo estratto del libro:
Timàxos, il Nokra del Potere, l'ultimo che mi restava da rappresentare nella mia triade perfetta dei Nokra. Lui era il Potere, la pura essenza del Potere, custodiva dentro il suo Spirito la forza degli Elementi, fino a solcare i limiti della materia stessa.
Poteva usare il suo corpo come più gli gradiva, poteva mutare aspetto, rendersi enorme, smisurato, o piccolo come una formica. Poteva rendersi invisibile o sdoppiarsi, persino creare altre forme. Lo chiamavano Timàxos l'Imbattuto, il suo corpo era il tesoro dei Nokra, la forza portante a guardia di Ariom.
Volevo dare il giusto merito a queste mie creature, dall'aspetto tra il demoniaco e il sublime, e Timàxos fu il mio regalo per questi Dei.
Era assolutamente "perfetto".


-Ariom, la Nokra dello Spirito

Piccolo estratto del libro:
"Ariom era davanti a lui che si ergeva magnifica come un tempo, il volto laminato in un corpo fatto di stelle, la criniera bianca, arricchita da bagliori colorati. I suoi occhi racchiudevano due astri e sebbene tutta la sua figura fosse avvolta da stupore e riverenza, il suo sorriso era dolce come quello di una madre.[...] Si dilungò nei dettagli su quanto Ariom fosse buona e saggia e preferisse scendere a patti piuttosto che scontrarsi. Spiegò con precisione le intenzioni della Sua Signora, di difendere il libero arbitrio. Raccontò delle lacrime di Ariom, durante e dopo ogni guerra, dopo ogni colpo inferto, raccontò come lei aveva dato vita alla Leggenda degli Spiriti, agli Yōkai.
Era stata lei a fare in modo che tutti potessero scegliere il proprio destino, lei: la pura essenza del Bene.



-Eanor, il Nokra dei Sogni

Leggermente, appenna appena sotto dei Nokra, ci sono i..
- NOMON: ...stavolta se provate a fare il contrario della parola, esce sempre NOMON XD che è sempre greco e vuol dire sempre "potere", ma potere "naturale" Emoticon smile
Infatti i Nomon sono i sette Kami per eccellenza che rappresentano i sette Elementi della Natura: fuoco, aria, acqua, terra, fulmine, luce e ombra.
Loro non solo dominano ciascuno il proprio Elemento, lo rappresentano, sono lo Spirito stesso di quell'Elemento. Dal Kami del Vento può uscire un sospiro accennato o la forza di mille uragani, ascoltare le parole trasportate nell'aria o troncare il respiro al mondo...e così via anche con gli altri, mica si scherza con questi Emoticon unsure
Peccato che sotto sotto quelle squame, pellicce, e muscoli, batta spesso e volentieri un cuore...."umano"


8) Proverete un brivido in più stavolta, perché incontrerete il lato più profondo (e come tale, "oscuro") del libro ERA del Sole...

* LE CREATURE: GLI YŌKAI *


Gli Yōkai son sempre tra i protagonisti del libro, più precisamente son sempre I PROTAGONISTI del libro. Non sono altro che il "fattore X" di tutta la trama...
Nella cultura giapponese gli Yōkai sono "mostri", creature né cattive né benigne ma che spesso e volentieri si prendono gioco degli umani. Forse è perché anche gli Yōkai hanno alcuni poteri che li fa sentire "superiori", o forse proprio perché gli umani li canzonano, spaventati dal loro aspetto "diverso", che invece li attaccano...
Questo aspetto varia da leggenda a leggenda del folklore giapponese...
Così come varia anche l'aspetto di queste creature.
Sostanzialmente sono dei "mutaforma", sia nel mito tradizionale che nel mio libro.
Nel romanzo ho descritto gli Yōkai come creature che condividono un corpo con due anime (o più). Si stringe un patto, due persone o due animali o una persona e un animale e via di seguito, decidono che vogliono diventare uno Yōkai: una dei due esseri viventi deve morire e lasciare che l'altro mangi il proprio cuore. Da quel momento in poi, i due Spiriti possono apparire in un unico corpo, possono usare anche una sola parte, una zampa, la testa, e rimanere "insieme".





Per farvi un esempio, è come se un uomo stringesse il patto degli Yōkai con un cigno e da quel momento in poi potesse far apparire quando vuole le ali. Sembrerebbe come un angelo, no? Ma potrebbe anche far apparire un cigno con le gambe da uomo....sembrerebbe meno angelico, no?...
Allora questi Yōkai sono belli o brutti? Buoni o cattivi?


Nel mio libro tutti gli esseri viventi che si possono trasformare in più animali sono gli Yōkai. Ma questo "legame" non è però visto spesso come un dono, ma come una maledizione, per il semplice fatto che si scinde le leggi stesse del creato...come si fa a dividere un corpo con due volontà?
Le volontà dei due esseri viventi rimangono perfettamente presenti, non "muore" un'anima, rimane dentro un corpo e se molti, infatti, non riescono a ritrovarsi bene insieme, se gli va bene impazziscono...per altri...immaginatevi due persone che tirano e strappano per il proprio interesse una corda. E la corda è un corpo.
Daila è uno Yōkai, dentro di lei si trova Ariom.
Lloykan è uno Yōkai, dentro di lui ruggisce Eanor.
Timàxos pure è uno Yōkai. Dentro di lui si annida Amür.
Questa presenza degli Yōkai rende tutto molto "bivalente" nel libro, mi piaceva l'idea di rendere i protagonisti non soltanto complessi dal punto di vista caratteriale e mentale, ma anche legati a molti aspetti della mitologia, dove le creature mutaforma sono sempre state contese tra "demoni" e "dei".....
Ve l'avevo detto che gli Yōkai sono il fattore X! XD



P.S. mi scuso ma ho pochissimi disegni di Yōkai che non siano i protagonisti.....ne ho scelti alcuni vecchi, prometto che rimedierò!


9)E' triste salutarsi...allora non facciamolo.
Con l'ultimo post mi gioco il tutto per tutto, vi lascio un ricordo, un segno, un mio personalissimo messaggio che vi potrà continuamente dire le stesse cose, così come le dice a me.

* LE CANZONI *
Si è parlato sino adesso di Dei e demoni, di creature maledette e personaggi belli e impossibili, si è parlato di terre lontane e di realtà.
Si è parlato di mitologia, psicologia e fantasiamammamia, si son visti disegni, si è immaginato e rimuginato di tutto di più.
Ma adesso ascoltiamo. Ascoltiamo alcuni brani che mi hanno ispirato, sin da quando ero una cucciolina timidamente "desiderosa di scrivere", ad oggi che sono una bestiaccia stagionata ancora "desiderosa di sognare".
Vi voglio lasciare ringraziandovi tanto tanto di avermi fatto domande, "mi piace" e anche solo leggiucchiato qua e là.
Vi voglio lasciare....no, non è vero. Non vi voglio lasciare. Voglio rimanere lì esattamente dov'ero prima. Tra un sogno e un libro di nome "Era del Sole".
Spero di rincontrarvi lì :)

(lasciate perdere le immagini dei video, chiudete gli occhi e aprite il cuore)
- Daila: https://www.youtube.com/watch?v=wqU300BVdO4
- Lloykan: https://www.youtube.com/watch?v=dPWMu-p450A
- Timàxos: https://www.youtube.com/watch?v=BHRyMcH6WMM
- Amür: https://www.youtube.com/watch?v=sV25j3AsQ6A
- Daren: https://www.youtube.com/watch?v=st6xAeflu-M
- Somnòra: https://www.youtube.com/watch?v=aXOsOPT6Xaw
- Sogni d'oro: https://www.youtube.com/watch?v=cvLNRO41o64

Nessun commento:

Posta un commento