mercoledì 25 marzo 2015

PRESENTAZIONE "IL MIO INIZIO E LA MIA FINE"- AUTRICE ELENA RUSSIELLO



PRESENTAZIONE

1) Buongiorno gruppo e buon Lunedì. Per tre giorni vi terrò compagnia presentandovi uno dei miei romanzi Emoticon wink Sono stata indecisa e alla fine ho scelto questo: "Il mio inizio e la mia fine". Per iniziare vi parlo brevemente di lui! E' il terzo romanzo rosa della serie "Live", auto-conclusivo, racconta di Sara e Tommaso, entrambi amici dei protagonisti dei primi due romanzi. Come nasce l'idea della saga e del nome? Bè è semplice: volevo lanciare un messaggio! Sarà capitato a tutti di vivere un momento difficile nella propria vita...bene io e i miei romanzi vogliamo proprio dire questo: qualsiasi cosa ti succeda continua a vivere, perché non sai mai cosa ti può dare la vita. Proprio per questo motivo nei miei romanzi c'è qualcosa di vero, di me; i tratti caratteriali, fisici, la storia. Insomma, sta al lettore immedesimarsi e se vuole, scoprirlo. Questa copertina, come tutte le altre, sono state realizzate dal vivo, con un fotografo e una grafica che ci hanno lavorato e che mi hanno sopportata Emoticon grin Non è un caso quindi la scelta della posa. Questa infatti richiama una scena che trovate all'interno del libro Emoticon kiki
Vabbè, forse ho parlato troppo! L'ultima cosa: vi lascio anche i titoli dei primi due romanzi e anche quello dell'ultimo, in uscita a Maggio.
Buona giornata Emoticon wink








2) Buonasera lettori

Emoticon smile Quello che vedete nelle foto è un agriturismo poco fuori Roma che ho scoperto per caso tre anni fa. Le foto non gli rendono giustizia perché dal vivo è ancora più bello Emoticon kiki

Questo posto, quella piscina, rappresentano il luogo dove la storia di Tommaso e Sara subirà un altro punto di svolta. Quello più importante? Chissà, scopritelo voi Emoticon wink

Mi raccomando rimanete sintonizzati perché domani finalmente conosceremo i volti e il carattere dei protagonisti!










3) Buongiorno lettori, come state?? Come promesso oggi vi farò conoscere i personaggi del mio romanzo

Emoticon wink Per galanteria cominciamo da lei.
Sara è una giovane donna, un'amica leale. Ritardataria, dolce e forte. Amante dei biscotti e soprattutto della cioccolata.
Il suo unico punto debole? Un ragazzo Emoticon kiki

Ed ecco come la vede Tommaso:
"Sara ha sempre avuto quel tipo di bellezza che non può non colpire un ragazzo. Una bellezza appariscente che sa di avere e che fino a pochi mesi fa metteva in mostra ogni volta che poteva. Da quando l'ho rivista invece è come se la nascondesse e questo la rende ancora più..."








4) Buon pomeriggio ragazzi!

Emoticon wink Siamo arrivati finalmente a lui, il protagonista maschile. Tommaso è sicuro di se, sarcastico e molte volte irritante ma sa quello che vuole, sempre.

"Nella vita tutte le cose mi sono sempre venute facile. Il lavoro, le ragazze e gli amici. Non ero io che cercavo loro ma il contrario. Era come se mi trovassero, se sapessero di cosa avevo bisogno. All'inizio credevo che si trattasse di fortuna ma poi ho cominciato a pensare che quello fosse un risarcimento da parte della vita, come se il mondo mi dovesse qualcosa. Un po' presuntuoso, lo so, ma è così. Per due cose soltanto ho sentito l'esigenza di impegnarmi."


















5) Ok gente, siamo arrivati all'ultimo post della giornata. Vi ricordo che stasera c'è l'intervista al lettore, partecipate in tanti, mi raccomando

Emoticon wink

Quando circa nove mesi fa ho iniziato questa avventura nella mia mente c'era solo di pubblicare il primo romanzo, ma ammetto che quello che mi ha spinto a continuare siete stati voi, i lettori.

La storia di Tommaso e Sara, così come quelle precedenti, nasce per mettermi a nudo. Per individuare quelle paure, quelle avversità che si affrontano tutti i giorni. Quello che i miei personaggi cercano e alla fine trovano lo vedete nella foto che vi lascio. L'ancora e quello che rappresenta è il fulcro della storia! Spero con tutto il cuore che quello che sto cercando di dire attraverso queste storie, vi colpisca dritto al cuore!













6) Buon Mercoledì lettori! Oggi è la giornata degli estratti, quindi cominciamo subito

Emoticon kiki

Ho scelto questa foto per un semplice motivo, esprime la dolcezza che volevo dare scrivendo questo pezzo! Buona lettura Emoticon wink

Dopo mezz'ora sento l'ascensore salire, vorrei alzarmi ma non trovo le forze.
“Sei rimasta fuori casa?” mi dice, quando si accorge di me.
Scuoto la testa.
“Stai male?”
“No.”
Si siede accanto a me. “Non hai un bell'aspetto.”
“Non ho dormito bene, anzi non ho dormito per niente.”
“Siamo in due” dice sorridendo.
“Bene, sono contenta che almeno uno dei due si sia divertito stanotte.”
Mi alzo infuriata, più con me stessa che con lui. Sono una cretina; lui si stava divertendo con qualche ragazza e io stavo qui ad aspettarlo. Oddio, che idiota che sono!
“Vuoi fare colazione con me?” dice prendendomi la mano.
E' ancora seduto e mi sta guardando con quegli occhi da cucciolo indifeso. Conosco quello sguardo molto bene, non so resistergli.
“Ti sei meritato la mia compagnia?”
Si alza e ride, tenendo ancora la mia mano. “Scopriamolo insieme.”











7)Sono tornata con un nuovo estratto

Emoticon grin Spero vi piaccia Emoticon wink

Mi fermo quando lo vedo chiudere la porta. “Allora?”
Si siede sul divano. “Tutto a posto, si è calmato.”
“Si ma cosa aveva?” chiedo sedendomi anche io.
“Cose da uomini.”
Incrocio le braccia e lo guardo.
“E va bene” dice sorridendo. “Ha paura del buio, quando fa degli incubi ha bisogno di vedere la luce.”
“E perché non me l'ha detto?”
Alza le spalle. “E' difficile dire le proprie paure a qualcuno. Ho lasciato accesa la luce sul comodino ed è tutto passato.”
Non ho mai visto Tommaso in queste vesti, così affettuoso. “Sei bravo con lui.”
“Mi hanno insegnato che avere una persona più grande come amico può aiutare.”
In quelle parole ci leggo una dolcezza e una tristezza che mi fanno venire la pelle d'oca. “Tua madre?”
Scuote la testa e si alza. “L'hai fatta tu?” chiede indicando la cioccolata.
Sorrido. “Si, è fondente e nella credenza trovi i marshmallow.”
Torna a sedersi sul divano portando con se due tazze piene di cioccolata calda.
“Grazie” dico prendendola.
“E' davvero buona!”
“Quando ero piccola mia madre me la faceva sempre. Passavamo le serate così: cioccolata, marshmallow e film. Ho pensato che anche a Samuel potesse piacere.”
“L'ha sicuramente apprezzata.”
Mi giro a guardarlo e scoppio a ridere.
“Perché ridi?”
“Sei tutto sporco” dico poggiando la mia tazza sul tavolinetto di fronte al divano. Mi siedo in ginocchio e con il pollice lo pulisco.
Solo quando ho tolto tutta la cioccolata mi rendo conto di quanto siamo vicini.
“Non volevo” dico arrossendo.
Sorride malizioso. “Sei bella quando sei imbarazzata.”
Mi rimetto seduta e porto le gambe al petto, per proteggermi.
“Samuel mi ha chiesto di rimanere qui stanotte. Per te va bene?”
“Non c'è problema, quella poltrona sarà il tuo fantastico letto. Hai mangiato? Vuoi che ti prepari qualcosa?”
Mi mostra la tazza. “La cioccolata va più che bene.”


Lo guardo e so che sarà la notte più lunga della mia vita.








8)Lettori, siamo arrivati all'ultimo post del giorno, l'ultimo per presentarvi il mio romanzo. Prima di postarvi l'estratto volevo ringraziarvi per l'attenzione nei confronti de "Il mio inizio e la mia fine" e per la partecipazione. E' stato per me un enorme piacere, spero di avervi incuriosito a leggere o che almeno vi abbia avvicinato al mio mondo e alla mia scrittura Emoticon smile
Se volete parlare di libri o semplicemente fare quattro chiacchiere il mio profilo e la mia pagina autrice siamo a vostra completa disposizione Emoticon wink

Detto questo, buona lettura!

"Ho appeso il quadro sopra al letto ed è perfetto. Quello che è meno perfetto è la quantità di cose che è entrata nel mio appartamento. Libri, oggetti, ma soprattutto vestiti.
Una montagna di vestiti.

Non so se la perfezione esiste ma so che esiste quella persona che, con i pregi ma soprattutto con i difetti, è perfetta per noi stessi. Questo è quello che siamo.
Sento un dito battere sulla mia spalla e mi giro.
Guardo la mano di Sara davanti a me e sorrido come un'idiota.
Quando mi passa la penna, la prendo senza esitare.
Il nostro rapporto è bello proprio per questo.
Riusciamo ad essere bambini e adulti.
Riusciamo a crescere, insieme.

Lei è il mio arcobaleno dopo la tempesta.

Con Sara comincio a vivere.

Sorrido mentre scrivo sulla mia mano.
La giro e lei sorride.

Il mio inizio"



Nessun commento:

Posta un commento