mercoledì 25 marzo 2015

PRESENTAZIONE"LE CRONACHE DEL GUERRIERO"- MIRIAM PALOMBI




1-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle” . Sinossi e cover.


…Una reliquia celata tra le pieghe del tempo, una ricerca millenaria che racchiude in se ancestrali quesiti, l’eterna battaglia tra il bene e il male.

…Anno del Signore 1203, quarta crociata, al termine di una cruenta battaglia il conte Bonifacio rinviene un piccolo oggetto di legno inciso con all’interno una mappa. Ben presto, con l’accadere di eventi terribili, Bonifacio scopre che qualcosa d’innaturale, custode di un segreto colmo di religiosità e potere immenso, sembra perseguitarlo. Una volta iniziato, però, è impossibile tornare indietro…la stessa sola ricerca racchiude in sé ogni singolo peccato.
La vicenda ha un’appendice che si svolge nel 1997, la ricerca dopo secoli riprende, grazie alla figura di un sacerdote spagnolo, Padre Enrique, studioso di libri antichi e opere d’arte. Enrique vive in sé la forte contrapposizione tra la fede che non pone quesiti e l’incessante ricerca di risposte.
Ma esiste la possibilità di poter scegliere o tutto è già scritto? Può l’uomo sfidare Dio o è solamente il mezzo con cui Egli si prefigge il raggiungimento dei propri scopi.
http://www.amazon.it/dp/B00Q9IWV36




2-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle” . Personaggi.


Come potete notare, i nomi che ho scelto per i miei personaggi denotano anche delle connotazioni psicologiche. Siete curiosi?
…Tre cavalieri, un solo destino…


Bonifacio Bardi di Bonintento

…”Credete di sapere tutto di me, di conoscermi alla perfezione; ebbene, sbagliate. Credere in ciò che è bene e fuggire ciò che è male non fa di me uno sciocco, ma un uomo molto cauto” disse Bonifacio.


Massimo di Vigna Fiorita

…Massimo era un guerriero valoroso e un amico fidato, le vittorie avute sui Turchi e la presa della città erano in gran parte merito suo, aveva la dote innata del comando.


Dante Carsoli di Fonte Scura

…Dante, secondogenito di una nobile famiglia romana, non aveva il dono della fede, la sua impresa era vissuta da cavaliere e non da cristiano. Mai il suo sguardo era stato illuminato, mai le sue azioni erano state guidate dalla mano di Dio.












3-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Ambientazione. Terra Santa, accampamento.


…Gli zoccoli erano come tuono sulle pietre delle rovine, i cavalli entrarono al galoppo e la polvere coprì ogni cosa. I fuochi accesi mandavano bagliori e scintille muovendosi con il vento, a tratti illuminavano gli archi di mattoni ormai in rovina che apparivano come sospesi nel vuoto.

http://www.amazon.it/dp/B00Q9IWV3





4-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Ambientazione. Roma, obelisco a croce.


…Improvvisamente capii che eravamo nel posto giusto, la strada culminava in una piccola piazza semicircolare, appena visibile nelle luci della notte, un obelisco gettava la sua lunga ombra. Era una croce monumentale, sembrava di pietra arenaria, era completamente istoriata con scene tratte dalla Bibbia. C’erano Adamo ed Eva che venivano cacciati dal Paradiso, più in basso Caino uccideva Abele, la distruzione di Sodoma e Gomorra. Poi un’immagine mi fece gelare il sangue, sette figure erano schierate nel cielo, come un esercito pronto in battaglia, erano demoni che cavalcavano dei draghi.





5-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Ambientazione. Roma, Chiesa Santa Maria della Luce.


…La chiesa si estendeva su di una pianta rettangolare. Era formata da blocchi di una pietra grigiastra molto grezza, a tal punto che in alcune parti si aveva l’impressione che fossero state strappate via. Le pietre erano allineate con estrema precisione come se fossero state poste a secco. Non c’erano decori o richiami a una qualche religiosità, fatta eccezione per un bassorilievo che era situato sopra il portale.
Lievemente illuminato dalla luce argentea della luna, era impossibile carpirne a pieno la natura, solo due ali piumate appena abbozzate sembravano fuoriuscire dal fondo.




6-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Cavalieri Neri.


…Il cappuccio che copriva le loro teste, quasi all’unisono cadde, i loro volti erano di pietra, visi senza tempo, privi di ogni espressione. Gli occhi erano due profondi buchi neri come lasciati da tizzoni ardenti. Immobili, i cavalieri neri annusarono l’aria, come bestie in cerca della preda. Avevano un nome, lo stesso inciso sulle loro spade. Da tempo immemorabile il patto non era mai stato tradito, non avevano fatto altro che aspettare accecati dalla luce divina, in cambio gli era stata risparmiata la vita, ma ora gli equilibri erano stati spezzati e loro sette erano stati liberati dal patto, anche loro malgrado. Fra poco le catene sarebbero state spezzate e la loro propensione verso il bene si sarebbe annientata.
http://www.amazon.it/dp/B00Q9IWV36



7-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Illustrazioni. Il custode.


…Sembrava la pagina strappata di un libro, questa volta non c’era nessun messaggio da decifrare, solo un’illustrazione molto elaborata. Un angelo con le ali spiegate, teneva in mano una grande chiave infilata nella serratura. Quella era la porta che serrava la Bocca dell’Inferno.


Illustrazioni. Sigillo di Dio.

…A terra in mezzo ai miei piedi, semicoperto dalla polvere bianca, c’era un piccolo disco di metallo dorato, aveva le dimensioni di una moneta e intorno alla sua circonferenza si rincorrevano dei caratteri a rilievo.




8-Presentazione del libro LE CRONACHE DEL GUERRIERO, di MIRIAM PALOMBI autrice del team “Lettori come stelle”. Illustrazione. La croce di Bonifacio.


Ragazzi, tra queste righe è celato un ultimo mistero…


…Afferrai la pesante catena e presi la croce che portavo al collo, la pietra centrale era un grosso rubino stellato fermato da un grande castone, ma era molto di più…lo ruotai verso destra finché il rubino con il suo castone non venne via, scoprendo un piccolo vano… Quale segreto ha celato Bonifacio all’interno del pendaglio che porta al collo?




















Nessun commento:

Posta un commento