sabato 25 aprile 2015

PRESENTAZIONE THE BLACK MASK - AUTRICE VIRGINIA RAINBOW



1) PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Ciao a tutte voi stelline!
Sono di nuovo qui a parlarvi dei miei libri, questa volta a presentare il mio libro di esordio THE BLACK MASK :o)
Per chi fosse entrato nel gruppo dopo e non avesse visto la presentazione della trilogia FLAMEFROST, vi consiglio di cercarla nel blog!

Come per l’altro libro vorrei iniziare spiegandovi il significato del titolo… THE BLACK MASK… LA MASCHERA NERA….
Ho scelto questo titolo perché nella storia un elemento essenziale è proprio la maschera.
La maschera è quella che indossa il protagonista. E’ nera perché deve nascondere il più possibile l’identità di chi la indossa.
Ma non è solo un aspetto fisico relativo a un dato oggettivo all’interno del romanzo, è anche un elemento simbolico.
La maschera nasconde l’identità tormentata di un giovane che all’apparenza sembra come tutti gli altri, ma dentro cela un segreto terribile.
E’ nera perché esprime l’aspetto più negativo del personaggio, la sua ansia di vendetta, il suo odio.
Tutto il romanzo gira intorno a questo e si costruisce su questo. Ecco perché ho pensato che THE BLACK MASK fosse il titolo più adatto .:O))

Vi lascio la sinossi di THE BLACK MASK, libro autoconclusivo di genere romance- avventura:o))

Lo trovate su Amazon:

Link Amazon



2)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE


Carissime stelline,
vorrei farvi leggere ora l’incipit di THE BLACK MASK... Entriamo subito nel vivo della storia…!!!


“Quando aprì gli occhi fu sommersa dal buio, un buio fosco, gelido e immobile come quello di una tomba.
Non appena riuscì pian piano a mettere a fuoco qualcosa, intravide intorno a sé strane sagome all’ovattata luce della luna, che si insinuava con fatica da qualche parte sopra di lei.
Servendosi di quella luminescenza soffusa e magica, lei cercava disperatamente di capire in che posto fosse finita. Ma dov’era?
Tentò di muoversi e si accorse con terrore di essere legata. L’avvolse allora, all’improvviso, simile a un fiume in piena che senza più argini esondi, un’ondata di dolore, quando tutti i suoi sensi si accesero all’unisono. Cominciò a tremare.
Il freddo pungente e la forzata immobilità la torturavano e rendevano come ghiaccio le estremità, i piedi e le mani che non sentiva quasi più.
E fitte di dolore, dolore… dappertutto.
E sete e fame e sfinimento, in un diluvio di malessere.”


Tratto dal romanzo THE BLACK MASK di Virginia Rainbow




3)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE


Carissime stelline,

stasera vorrei proporvi un recente commento che ho ricevuto da una lettrice su Amazon che mi sembra davvero molto completo e una canzone di Enya che ha sempre rappresentato un po’ il mio romanzo THE BLACK MASK!


"Questa storia mi ha catturato fin da subito e ne sono rimasta veramente colpita perchè è originale, scritta bene, ambientata in una location (su un'isola irlandese, ma poi spazia anche da Roma a Santos in Brasile) degna di una fiction televisiva. Ha tutti gli ingredienti per restare nel cuore: ci sono l'avventura e la suspense finchè non si svela il mistero per cui Manuel ha rapito Nicol, e anche quando finalmente il lettore apprende le motivazioni del ragazzo, la tensione non cala, anzi aumenta perchè arriva un colpo di scena che sbaraglia tutto. In un crescendo di empatia con i personaggi (specie con Manuel di cui è impossibile non innamorarsi tanto è tenero e nello stesso tempo carismatico e forte, essendo il leader della sua banda), di passione che sale tra i due protagonisti (pur restando la scrittura molto pudica e rispettosa, non scende mai in descrizioni sensuali, così che questo libro è adatto anche a lettrici molto giovani), di colpi di scena e di corse mozzafiato in scenari avventurosi, l'autrice ci fa davvero sospirare il lieto fine! Il romanzo è ben articolato in tre parti, è abbastanza lungo e me lo sono proprio gustata. Le descrizioni dei diversi posti sono per lo più naturalistiche, o ritraggono gli usi e i costumi brasiliani accendendo la curiosità nel lettore: ho apprezzato anche questo, una scrittura cioè fluida, ben padroneggiata, ricca di emozioni e di spunti di riflessione, anche spirituali perchè i protagonisti sono ritratti anche nelle traversie delle loro anime, nella loro ricerca di bontà e di perdono, anzi sta proprio qui la forza e l'originalità di questa storia che racconta sentimenti forti, che vincono sulla malvagità delle persone e delle situazioni."




4)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissimi lettori,
vi lascio uno stralcio che parla di Manuel, il protagonista maschile di THE BLACK MASK! E’ un ragazzo taciturno e introverso con una storia misteriosa alle spalle. E’ tormentato da un odio terribile…

“Il mare quel giorno era agitato e le onde si infrangevano sugli scogli con rabbia, schiumando e muggendo fragorosamente.
Manuel passeggiava lentamente, meditando tra sé e sé.
Quello che era successo la mattina l’aveva scosso. Si ripeteva come in una cantilena le parole di lei:
“Cosa provi per me? Pena, tenerezza, compassione?”
Già, cosa provava per lei? (…)
Si sentiva confuso, frustrato… in realtà provava un desiderio fortissimo di proteggerla, consolarla, stringerla, farle soffrire il meno possibile la sua condizione di reclusa.
Con lei non riusciva a essere distaccato o duro. Gli bastava vederla e si scioglieva in un battito di ciglia. Non gli era mai successo, eppure di donne ne aveva avute molte, bellissime e seducenti, ma… nessuna di loro era mai riuscita a scalfire la sua corazza. (…) Non capiva bene neanche lui quello che faceva e perché. Ma il suo cuore era chiuso.
Mai si era trovato tra le mani qualcosa di così bello e puro, di così fragile e passionale insieme."

Brano tratto da THE BLACK MASK




5)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissimi lettori,
oggi vi faccio leggere un brano di THE BLACK MASK che parla della protagonista femminile: Nicol. E’ figlia di un ricchissimo uomo d’affari italiano, ma vive in Brasile. Una ragazza bellissima e affascinante, invidiata e ammirata da tutti.
"Raccolti i capelli, che solitamente le cadevano sugli occhi, con un grosso fermaglio sulla nuca, sembrava una modella uscita dalla copertina di un giornale.
Manuel la guardava, ammirato.
- Sei splendida… - farfugliò.
Nicol sorrideva, luminosa.
Poi lui le tese galantemente la mano.
- Mi concedi questo ballo, Nicol?
Lei si fece avanti, vivace e gioiosa, mentre si diffondeva intorno a loro la melodia dolce e sensuale del valzer.
Lui le cinse delicatamente la vita, mentre lei gli appoggiava con grazia la mano sulla spalla.
Cominciarono a muoversi girando da una parte all’altra della stanza e roteando con uno slancio e un’intesa incredibili, trasportati dalle note. I loro occhi sembravano catturati in un muto, intenso dialogo, come due calamite che si attirano per legge di gravità.
Non erano più nella cella grigia e buia del maniero, ma nella sala radiosa di una reggia, scintillante di luci e di colori.
La musica guizzava nell’aria, dando vita agli squallidi arredi, alle vecchie mura annerite dal tempo.
E loro… al centro di quel piccolo mondo… due anime ardenti, ansiose di sfiorarsi, di scoprirsi, di manifestarsi, con addosso i brividi della timidezza e la voglia intrepida di sopraffarla.
Quando la musica tacque, rimasero immobili per qualche istante, come ipnotizzati."

Tratto dal romanzo THE BLACK MASK




6)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissimi lettori,
oggi voglio presentarvi il protagonista maschile di THE BLACH MASK attraverso un'intervista!!!
Intervistiamo Manuel….:o))

Io: - Ciao Manuel! Come stai?

Manuel: - Bene, grazie! Mi volevi fare qualche domanda?

Io: - Sì… direi di sì…

Manuel: - Sono tutto tuo :o)

Io: - Non voglio farti domande sul tuo passato…

Manuel: - Beh, mi piacerebbe evitarlo…

Io: - Sì, certamente… C’è una cosa che mi incuriosisce…

Manuel: - Dimmi…

Io: - Cosa hai visto in Nicol?

Manuel: - E’ difficile descrivere quello che provo… quello che lei è…è dolcissima, vivace, fragile e bellissima… mi ha travolto… l’ho amata dal primo momento anche se non me ne rendevo conto…
Non volevo che soffrisse… mi sentivo in colpa… volevo proteggerla…

Io: - Come pensavi che lei fosse prima di conoscerla?

Manuel: - Viziata, arrogante, capricciosa, cattiva.

Io: - Perché?

Manuel: - Non lo so, pensavo che fosse l’immagine del padre…la immaginavo altezzosa nel suo ricchissimo mondo… forse perché ho sofferto la povertà…

Io: - Com’eri da bambino?

Manuel: - Come tutti i bambini, un po’ scavezzacollo, indipendente fin da piccolo… i miei genitori mi amavano e io ero felice nonostante tutto…

Io: - E con i tuoi nonni?

Manuel: – Mio nonno e mia nonna erano speciali, mi andavo sempre a rifugiare da loro quando combinavo qualche marachella… mi hanno sempre confortato…

Io: - E ti hanno aiutato anche quando non sapevi che fare con Nicol…

Manuel: - Sì, sono sempre stati la mia ancora di salvezza, soprattutto dopo quello che è successo ai miei genitori…

Io: - E’ stato difficile cambiare casa, paese…?

Manuel: - No, è stato bellissimo, perché dove andavo era tutto stupendo, mi sembrava di vivere in un sogno… poi avevo bisogno di allontanarmi dai terribili ricordi che avevo dentro …

Io: - E’ vero che per un anno intero non hai parlato?

Manuel. – Sì, è vero, ero traumatizzato…

Io: - Che cosa ha rappresentato Nicol per te?

Manuel: - La mia salvezza in tutti i sensi, umano, morale, spirituale… io… la amo senza misura!

Io: - E’ lei che ha scelto cosa mettere insieme a questa intervista?

Manuel: - Sì, io ho scelto una canzone per lei e lei una canzone per me…

Io: - Come mai proprio questa canzone “Mia” dei Modà?

Manuel: - Beh, credo che sia perché parla della gelosia… :o)

Io: - Sei geloso??

Manuel: - No! Sono geloso come è normale che sia! E’ lei che dice che io lo sono…

Io: - Ok, ok, grazie per avermi risposto :o)

Manuel: - Di nulla! E’ stato un piacere!





7) PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

E ora è il turno della protagonista femminile di THE BLACK MASK, Nicol!!!

Intervistiamo Nicol….:o))

Io: - Ciao Nicol! Posso farti qualche domanda?

Nicol: - Ma certo! Mi fa molto piacere!

Io: - Mi incuriosisce il modo in cui ti rapporti con i tuoi compagni…

Nicol: - Cosa vuoi dire?

Io: - Come fa una ragazza bellissima, intelligente e straricca a non montarsi la testa?

Nicol: - Ah…beh… in una sola frase mi ha fatto un mucchio di complimenti… caspita!

Io: - Ti ho messo in imbarazzo?

Nicol: - Sì…

Io: - Incredibile…!! Ho detto solo la verità…

Nicol: - Beh, forse sì, però… mi fa sempre un certo effetto...

Io: - Non hai risposto alla mia domanda però… o forse sì…

Nicol: - Essere ricchi non è un merito, anzi semmai è un onere, come responsabilità verso gli altri… la bellezza, ci sono tante ragazze belle… l’aspetto esteriore è e rimane solo l’aspetto esteriore… in quanto all’intelligenza, anche qui, lo sono come tante altre mie compagne…

Io: - Sì, però potrebbe venire spontaneo assumere un atteggiamento arrogante…

Nicol:- Sì, hai ragione… qualche volta mi succede, ma poi me ne pento… è mio padre sai che vorrebbe da me che fossi più …un po’ più come lui…

Io: - Mmm… ho capito…

Io: - C’è un’altra cosa che vorrei chiederti…. Come mai non hai avuto paura di Manuel?

Nicol: - Ce l’ho avuta, eccome!! Se tu sapessi cosa ho provato in quei momenti…

Io: - Posso immaginarlo, ma… poi…

Nicol: - Lui… mi faceva paura, soprattutto perché sapevo quello che avevano fatto i suoi complici… avevo paura che lui fosse come loro… ma lui aveva negli occhi una luce diversa… non so spiegarti… quando mi sfiorava… sentivo come una calma che mi entrava dentro… desideravo che lo facesse…

Io: - E’ una cosa veramente insolita… se penso a come il tuo corpo doveva essere all’erta…

Nicol: - Decisamente sì, hai ragione… Ci sono cose dell’animo umano che non si possono spiegare, vanno oltre la ragione. Ci sono istinti, sensazioni che provengono da una sfera profonda…

Io: - Ti sei subito fidata di lui…

Nicol: - Sì, beh, a questo del resto sono abituata, è una mia caratteristica… tendo a dare fiducia subito…

Io: - Le tue amiche dicono che sei molto seria…

Nicol: - Non mi piace essere definita in modo sempre positivo… Non è così, credimi… ho fatto certe stupidaggini…a volte ho capito di essermi comportata in modo molto infantile…

Io: - Con Manuel?

Nicol: - Sì……..Viziata lo sono, lo sono da quando sono nata… E lui non fa che viziarmi ancora…

Io: - Ah ah…Com’è il tuo rapporto con lui?

Nicol: - Non mi fare arrossire… Lui è tutto ciò che ho sempre desiderato senza saperlo…E’ perfetto.

Io: - Perfetto? Eppure…

Nicol: - Sttt… nessuno è perfetto, ma lui… È. Perfetto. Per me. Lo. Amo.

Io: - Ok, ok…:o)) Un'ultima domanda… Questa canzone che Manuel ha scelto per te… “Margherita” di Cocciante. Come mai?

Nicol: - Non lo so, penso che lui mi veda come lei.. come Margherita…

Io:- Come… una donna buona, bella … che vuole l’amore… che vuole la gioia… odia il rancore… ama i colori… la primavera? Una donna da sogno…

Nicol: - Scusami, io… è come mi vede lui, ma…

Io: - D’accordo, non voglio metterti in imbarazzo ancora. Grazie di avermi risposto!!

Nicol: - E’ stato un piacere!




8)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissime stelline,
ora voglio mostrarvi alcune ambientazioni in cui avvengono i fatti. Una è il castello irlandese nell’isola di Clare, antico covo della regina pirata Grace O’Malley.

"Dovevano essere le sette della sera e già la luna era apparsa nel cielo terso. Le onde increspate del mare brillavano di luccichii mentre si infrangevano sugli scogli. L’aria della sera era umida e fredda, ma non gelida come era stata fino a pochi giorni prima: la primavera era alle porte e il suo profumo fresco e delicato si diffondeva ovunque, mischiandosi all’odore acre del mare.
La strada su cui correva l’auto del capo costeggiava la riva rocciosa seguendo le sue insenature. Poi si inoltrò più all’interno, raggiungendo un’incantevole laguna.
Quasi all’improvviso un edificio massiccio si profilò all’orizzonte: era un vecchio maniero in parte ristrutturato.
La sua pianta quadrangolare, chiusa agli angoli da quattro torri cilindriche, risaltava nonostante l’usura e le intemperie di secoli, che avevano quasi completamente trasformato la cinta muraria e le torri stesse in un cumulo di macerie. Solo il torrione, la parte più antica, era per paradosso del tutto intatto, assieme all’edificio principale che doveva essere un tempo l’abitazione del signorotto.
Da una finestrella dell’alto bastione rimasto si intravedeva una luce.
Il capo oltrepassò l’entrata ad arco che in passato era stata protetta da una robusta grata, percorse un vasto cortile che portava all’edificio principale e bussò al portone."

Brano tratto dal romanzo THE BLACK MASK di Virginia Rainbow




9)PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissime stelline,
voglio mostrarvi alcune ambientazioni che caratterizzano la storia. Una è il Brasile con le sue favelas, le baraccopoli costruite alla periferia delle città. In particolare la città di San Paolo dove avvengono i fatti narrati.

“Mentre passavano, videro gruppi di bambini di tre, quattro anni intenti a rovistare in un gran cumulo maleodorante di spazzatura. Altri giocavano seduti ai margini di una pozzanghera melmosa con i piedini inzaccherati di fango e polvere.
Una donna scarmigliata, vestita con abiti discinti, gridava come un’ossessa da una parte all’altra della via, richiamando un bambinetto nudo, scappato alle sue percosse.
Due ragazzini, vestiti di stracci trascinavano un carretto con frutta e verdura, lanciando ripetuti inviti alla gente perché acquistasse qualcosa.
Un vecchio canuto, sporco e lacero, dormiva addossato alla lamiera di una baracca, abbracciato al suo cane.
Nicol osservava quello scenario raccapricciante, mentre sentiva il cuore stringersi in una morsa di profonda pena e compassione.
D’un tratto il rumore di una sparatoria a poca distanza da loro riecheggiò nell’aria. Due uomini si rincorrevano per la strada con una pistola in mano.
- Via, via di qui! – ingiunse Manuel all’autista che sfrecciò via a rotta di collo.”

Brano tratto dal romanzo THE BLACK MASK di Virginia Rainbow




10) PRESENTAZIONE DELL’AUTRICE VIRGINIA RAINBOW DEL TEAM LETTORI COME STELLE

Carissime stelline,
In quest’ultima tappa voglio lasciarvi uno stralcio che descrive un momento molto poetico tra i due protagonisti. Manuel ha composta una poesia per Nicol per ottenere il suo perdono e Nicol, dopo averla letta per conto suo, gli chiede di recitargliela.





THE BLACK MASK è disponibile sia in cartaceo che in e-book .

Lo trovate nelle librerie su ordinazione e nei negozi online.


Vi lascio un link per l’acquisto.


Link Amazon

1 commento:

  1. Very cool! Have a wonderful thursday sweetie!

    If you want to follow each other, please follow me on GFC or Bloglovin and I'll do the same ;)


    I invite you to join my worldwide giveaways: Jexshop 10$ gift card & Polka dots dress

    RispondiElimina