mercoledì 3 febbraio 2016

NOI E I NOSTRI LIBRI - Le Cronache del Guerriero di Miriam Palombi - l'autrice

Buongiorno stelline! :)
Oggi e domani parleremo della nostra "regina dell'horror" Miriam Palombi che per l'occasione ci porta il suo romanzo storico: "Le cronache del guerriero". :)


Vi lascio intanto cover e sinossi! ;)

"Anno del Signore 1203, quarta crociata, al termine di una cruenta battaglia il conte Bonifacio rinviene un piccolo oggetto di legno inciso con all’ interno una mappa. Ben presto, con l’accadere di eventi terribili, Bonifacio scopre che qualcosa di innaturale, custode di un segreto colmo di religiosità e potere immenso, sembra perseguitarlo. Una volta iniziato, però, é impossibile tornare indietro…la stessa sola ricerca racchiude in sé ogni singolo peccato. Ma esiste la possibilità di poter scegliere o tutto è già scritto? Può l’uomo sfidare Dio o è solamente il mezzo con cui Egli si prefigge il raggiungimento dei propri scopi?"

Giusy Moscato: Miriam intanto rompiamo il ghiaccio e parlaci un po' di te! ;)

Miriam Palombi: Salve! Nella vita di tutti i giorni sono una ceramista e mamma. Appassionata di storia e simbologia medievale. Da queste mie passioni è nato Le Cronache del Guerriero.

Giusy Moscato: Solitamente un romanzo storico richiede un gran numero di ricerche... quanto tempo hai impiegato per mettere insieme le informazioni che ti servivano per Le Cronache del Guerriero?

Miriam Palombi: Sicuramente la ricerca è stata la parte più lunga nella stesura ma anche la più divertente. Nel dettaglio, ho impiegato due lunghi anni per arrivare alla versione definitiva.

Giovanna Barbieri: come ti capisco!!!!

Miriam Palombi: Per i miei racconti brevi di genere horror, altra mia grande passione, è tutto molto più veloce e immediato. In poche battute si deve condensare psicologia dei personaggi, trama e colpo di scena finale.

Giusy Moscato: Storico e horror sono sicuramente due generi dove si ritrova forte la presenza di autori maschili, com'è per una donna avere a che fare con questo mondo?

Miriam Palombi: Se devo essere sincera...è complicato, addirittura mi è stato detto, nel caso dello storico, dopo aver letto solo l 'incipit, che pensavano fossi un uomo. Non amo il romance e questo si riflette su quello che scrivo.

Giusy Moscato: Purtroppo certi stereotipi non avranno mai fine! -_- Oltre allo storico e all'horror c'è qualche altro genere che vorresti provare?

Miriam Palombi: L' horror è un discorso a parte. Noi donne siamo sicuramente in minoranza ed è dura farsi valere. Leggo anche fantasy vecchio stile, modello Signore degli Anelli e mi piacerebbe provare...chissà. Per ora mi concentro sul thriller di ambientazione storica e sui miei piccoli incubi.

Giusy Moscato: C'è qualche musica particolare che accompagna la tua scrittura o preferisci scrivere in silenzio?

Miriam Palombi: Mi sono abituata, per forza di cose, a scrivere ovunque! Amo la musica rock. Durante la stesura delle scene più cruente, per esempio, ascolto i Black Sabbath.

Elisa Erriu: C'è qualche personaggio con cui hai un forte legame?

Miriam Palombi: Per assurdo con Dante, il cattivo de Le cronache del Guerriero. Trovo che nei cattivi ci siano più sfaccettature, che siano più complessi...anche se nei miei libri il confine tra buoni e cattivi non è sempre così netto.

Jessica Maccario: Ciao Miriam! :) So che tu hai provato sia il piccolo editore sia il self, con cosa ti trovi meglio?

Miriam Palombi: Eccomi! Ciao Jessica Maccario Ho voluto provare l'esperienza del self perché ti permette di metterti alla prova. La revisione del testo, la cover, la promozione. Si è padroni del proprio lavori e del proprio tempo. Ma io sono della vecchia guardia... e spero ancora nella CE, possibilmente che faccia il proprio dovere!

Jessica Maccario: Io adoro i thriller, sono più dubbiosa per le parti storiche perché non sempre riescono a prendermi. Mi incuriosisce però la tua scelta verso questo genere e volevo chiederti: qual è il confine tra la realtà e la fantasia? quali sono i personaggi realmente esistenti e quali non?

Miriam Palombi: Le Cronache è uno storico di ambientazione medievale dove è presente l' elemento fantastico. Ci sono alcuni punti saldi nella trama, frutto di ricerca e poi altri come luoghi, personaggi o eventi non reali ma plausibili

Silvia Castellano: Ciao Miriam! Io volevo chiederti come sono nati i tuoi racconti horror. Ne hai pubblicato già due raccolte, sono tanti racconti, dove trovi l'ispirazione? come fai a creare storie sempre nuove? :)

Miriam Palombi: Ciao Silvia Castellano! La passione per il mondo horror è nata quando ero veramente piccola. Tanti film e tanti tanti libri, soprattutto classici del genere... e la fantasia ha fatto il resto. Qualsiasi cosa può fungere da ispirazione... poi la mia particolare visione delle cose la trasforma a senso unico creando spunti per i miei racconti.


Nessun commento:

Posta un commento